Pannelli isolanti ROCKWOOL e rivestimenti Rockpanel per la riqualicazione di una facciata ventilata nell’hinterland milanese.

 

È una situazione ricorrente in molti condomini urbani, ma non solo, che risalgono ai primi decenni del Novecento, dove si impone la necessità di ristrutturare la facciata per motivi di ordine estetico, di sicurezza e di efficientamento energetico. Così è avvenuto anche in un condominio di Cologno Monzese di dieci piani, dove lo scorrere del tempo e l’azione degli agenti atmosferici avevano lasciato sulla facciata ventilata un segno indelebile: i pannelli erano in cattivo stato di conservazione, poco sicuri e il colore blu aveva ormai assunto un aspetto sbiadito. Un efficace intervento di riqualificazione nato principalmente dall’esigenza di mettere in sicurezza la facciata, restituendole l’integrità e la brillantezza originarie, garantendo inoltre maggiore sicurezza e protezione dal fuoco.

 

 

La scelta dei materiali

Nella scelta del materiale da utilizzare, sono stati presi in considerazione alcuni prerequisiti assolutamente necessari. Innanzitutto, i valori di isolamento termico: per poter accedere alle detrazioni fiscali del 65% previste per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici, dovevano infatti essere garantiti i valori di trasmittanza previsti dalla normativa e l’assenza dicondensa interstiziale.

Anche la protezione dal fuoco è un aspetto che ha giocato un ruolo rilevante nel processo decisionale: nelle facciate ventilate, essendoci un’intercapedine d’aria interposta tra lo stato di rivestimento e lo strato di coibentazione, si ha una rapida propagazione, in caso di incendio, del fumo e delle fiamme per il cosiddetto “effetto camino”, motivo per cui, in fase di progettazione, la scelta è ricaduta sui pannelli incombustibili ROCKWOOL.

Sono stati infine presi in considerazione anche i requisiti acustici: il rivestimento esterno delle facciate ventilate favorisce la riflessione delle onde sonore incidenti provenienti dall’esterno. La sceltaè stata quindi orientata verso la lana di roccia: materiale fibroso a celle aperte che potesse incrementare le prestazioni fonoisolanti.

Considerate queste premesse, è stata scelta una soluzione che fosse in grado di rispondere in modo adeguato ai molteplici requisiti e di offrire nello stesso tempo garanzie di qualità e durabilità delle prestazioni, si è scelto così di optare per la soluzione REDAir di ROCKWOOL. Questa combina infatti le ottime prestazioni dei pannelli in lana diroccia con le particolari configurazioni estetiche offerte dal panello di finitura Rockpanel.

 

In particolare, è stato utilizzato il pannello rigido in lana di roccia a media densità Fixrock 33 VF, rivestito su un lato con un velo minerale nero. Il pannello Fixrock 33 VF é particolarmente indicato per l’isolamento termico, acustico e la protezione dal fuoco delle facciate ventilate, presenta un ottimo valore di conducibilità termica (λD = 0,33 W/mK), così come un ottimo comportamento al fuoco (classe A1).

Al pannello isolante in lana di roccia Fixrock è stato abbinato il pannello di finitura esterno Rockpanel nella versione Durable Colour di spessore 8 mm.

Un altro fattore importante che ha condizionato la scelta della soluzione RedAir è stato la facilità d’installazione dei pannelli Rockpanel che sono infatti particolarmente leggeri (8,4 Kg/mq) e risultano facilmente lavorabili con strumenti tradizionali, dal momento che combinano la resistenza della roccia con la lavorabilità tipica del legno.

Si è tenuto conto anche della loro durabilità: un intervento di riqualificazione di questa entità deve garantire il mantenimento della qualità e delle prestazioni del materiale nel tempo. I pannelli Rockpanel sono resistenti ai raggi Uv, all’umidità e allo sporco. Richiedono infine una bassa manutenzione.

La gamma dei pannelli Rockpanel comprende una grande varietà di finiture, che consente al progettista di ottenere effetti creativi in facciata: Woods, per un design effetto legno, Metallics, per ricreare un effetto metallico, Brilliant, per superfici particolarmente brillanti, Chameleon, per ottenere un effetto cangiante, Natural, per ricreare un effetto naturale, Lines, per ottenere differenti configurazioni, giocando con le alternanze di linee.

Per il condominio di Cologno Monzese è stata invece scelta la versione Colour del pannello Rockpanelnel colore blu acceso, la miglior alternativa per far risplendere nuovamente la facciata sostituendo i vecchi pannelli ammalorati, della stessa tonalità di colore.

Ubicazione progetto

Cologno, Milano

Arch. Paolo Della Porta | Cofondatore Ant Architects

«...I condòmini, che sono diventati parte attiva non solo durante il processo decisionale, ma anche nella fase di cantiere, rappresentati dalla Commissione Lavori istituita ad hoc per il controllo delle lavorazioni, sono visibilmente soddisfatti, sia per l’aspetto estetico, sia per la maggior sicurezza, sia per il comfort termico che la nuova facciata, isolata con la lana di roccia Rockwool garantirà agli appartamenti esposti a sud, particolarmente soggetti alle alte temperature estive».